Newsletter del 10 Giugno 2016 Versione web

Gentili lettori,

nella newsletter di questa settimana segnaliamo gli interventi di Giovanni Salvi e Franco Roberti al "Vertice di giudici e magistrati contro il traffico delle persone umane e il crimine organizzato", che si è tenuto a Roma, presso la Pontificia Accademia delle scienze sociali, il 3 e il 4 giugno. Qui è possibile leggere anche l'intervento di Papa Francesco

È uscito ieri in libreria il libro di Gustavo Zagrebelsky e Francesco Pallante "Loro diranno, noi diciamo" dedicato alle riforme istituzionali, recensito per noi da Giulia Marzia Locati.

Si occupa della riforma del processo di famiglia, attualmente all'esame del Senato, il contributo dell'avvocata Maria Pia Lessi. Mentre Marco Puglia, magistrato di sorveglianza, racconta la sua visita a Castel Volturno.

Dall'ultimo numero della rivista trimestrale (1/2016) dedicato alla dedicato alla formazione dei magistrati (e liberamente scaricabile: PDF - EPUB - MOBIproponiamo gli articoli di Matteo Marini e Daniele Cappuccio.

 

In evidenza
 
di Marco Puglia
Un magistrato di sorveglianza si reca a conoscere Castel Volturno
 
di Giovanni Salvi
Il Giubileo della misericordia è anche il Giubileo della Giustizia, come Francesco ha più volte ricordato. La Giustizia è certamente qualcosa di complesso, che va molto oltre la sanzione penale o l’aggiudicazione. Eppure anche noi, operatori del diritto penale, possiamo avere una piccola parte nel ridare al migrante l’intangibile dignità di essere umano
 
di Franco Roberti
Potere, giustizia e verità sono tre poli concettuali tra loro complementari che sono, o dovrebbero essere, funzionali l’uno all’altro: il potere al servizio della giustizia, quest’ultima al servizio della verità. E la verità, infine, come fattore di fiducia dei cittadini verso il Potere
 
Attualità
 

 
di Giulia Marzia Locati
Recensione al libro di Gustavo Zagrebelsky e Francesco Pallante, Laterza, 2016
 
 
di Maria Pia Lessi
Considerazioni sul progetto di riforma approvato dalla Camera e attualmente all'esame del Senato
 
 
RIVISTA TRIMESTRALE
Fascicolo 1/2017
Il diritto di Crono
Il multiculturalismo e le Corti
 
Archivio
 
 
di Matteo Marini
Il tirocinio iniziale rappresenta un’occasione irripetibile per i giovani che, raggiunto un traguardo tanto agognato, affilano le armi prima di entrare nell’agone della giurisdizione. Fondamentale è, in questo periodo – che l’autore non esita a definire magico – saper cogliere l’essenza del bisogno formativo, da soddisfare nell’esclusivo interesse dei destinatari
 
 
di Daniele Cappuccio
L’interlocuzione informale con alcuni giovani magistrati che hanno svolto il tirocinio iniziale dopo l’istituzione della Scuola superiore della magistratura fornisce il destro per mettere a fuoco, innanzitutto nella prospettiva dei destinatari dell’intervento formativo, i punti forti del nuovo sistema e quelli per i quali possono ipotizzarsi correzioni di rotta
 
Vi auguriamo una buona giornata
© 2017 Questione Giustizia - ISSN: 2420-952X
Questione giustizia è una pubblicazione online
editata dalla Associazione Magistratura Democratica
direttore editoriale: Renato Rordorf
contatti: redazione@questionegiustizia.it - fernanda.torres@alice.it