Newsletter del 21 Luglio 2017 Versione web

Gentili lettori,

da mercoledì il nuovo fascicolo di Questione Giustizia (2/2017) è on-line, consultabile e liberamente scaricabile dal sito della Rivista nei formati pdf, epub e mobi. Al centro di questo numero, dedicato a Stefano Rodotà, il tema delle nuove disuguaglianze e dei beni comuni.

Sul nostro sito troverete inoltre, per gentile concessione di Sapienza Università Editrice, il volume in corso di pubblicazione Proposte per l’attuazione della delega penitenziaria (a cura di G. Giostra e P. Bronzo).

Nella rubrica Controcanto, questa settimana, abbiamo pubblicato l'articolo Dodici donne per il vertice della Cassazione.

Ci siamo poi occupati, a un anno dal tentato golpe in Turchia, delle celebrazioni del 15 luglio nella prospettiva del nuovo conservatorismo nazionalista; delle più interessanti pronunce della Corte Edu emesse a maggio 2017; della discriminazione diretta per orientamento sessuale e organizzazioni di tendenza (nota a Corte d’appello di Trento, 23 febbraio 2017), e del convegno Rimedi contro l’immunità. Riconciliando il diritto internazionale e quello nazionale dopo la sentenza della Corte costituzionale italiana n. 238/2014, tenutosi a Villa Vigoni lo scorso maggio.

Nello spazio Magistratura e società, abbiamo recensito il volume Quattro anni a Palazzo dei Marescialli. Idee eretiche sul Consiglio Superiore della Magistratura (A. Nappi, Aracne editrice, 2014). 

In evidenza
 
di Renato Rordorf
Due i temi al centro di questo numero dedicato a Stefano Rodotà: le nuove disuguaglianze e i beni comuni
 
di Glauco Giostra* e Pasquale Bronzo** (a cura)
 
di Donatella Stasio
Dal 20 luglio al 30 settembre si può presentare domanda per la prima presidenza e le potenziali candidature femminili, interne ed esterne al Palazzaccio, sono almeno 12. Il Csm alla “prova di genere”. Mai più un caso-Luccioli
 
di Alessandro Simoni
La Turchia che dimentichiamo. Impressioni sulle celebrazioni del 15 luglio nella prospettiva del nuovo conservatorismo nazionalista
 
di Elisabetta Tarquini
La sentenza che si commenta, e che ha ritenuto discriminatorio per ragioni di orientamento sessuale il mancato rinnovo di un contratto a termine a un’insegnante di una scuola paritaria cattolica, prosegue la complessa opera di rivisitazione, o forse di ricostruzione, dei propri orientamenti avviata dalla giurisprudenza nazionale in ordine all’estensione e ai limiti dei divieti di discriminazione.
 
di Alice Pisapia
Le più interessanti pronunce della Corte Edu emesse a maggio 2017
 
di Francesco Buffa
 
di Bruno Capponi
La recensione al volume di Aniello Nappi (Aracne editrice, 2014)
 
Attualità
 

 
di Giuseppe Cascini e Paolo Ielo
 
 
di Donatella Stasio
 
 
di Federico Piccichè
 
 
RIVISTA TRIMESTRALE
Fascicolo 2/2017
Le nuove disuguaglianze.
Beni comuni.

Dedicato a Stefano Rodotà
 
Archivio
 
 
di Francesco Buffa
 
 
di Paola Barretta
 
 
di Daniele Beneventi
 
Vi auguriamo una buona giornata
© 2017 Questione Giustizia - ISSN: 2420-952X
Questione giustizia è una pubblicazione online
editata dalla Associazione Magistratura Democratica
direttore editoriale: Renato Rordorf
contatti: redazione@questionegiustizia.it - fernanda.torres@alice.it