Newsletter


Fascicolo 4/2016
NUMERO MONOGRAFICO
Il giudice e la legge
Violenze in danno di soggetti vulnerabili, tra obblighi (secondari) di protezione e divieto di discriminazione di genere. Corte Edu, 2 marzo 2017, Talpis c. Italia, ric. n. 41237/14 (non definitiva)
Violenze in danno di soggetti vulnerabili, tra obblighi (secondari) di protezione e divieto di discriminazione di genere. Corte Edu, 2 marzo 2017, Talpis c. Italia, ric. n. 41237/14 (non definitiva)
di Roberto Conti
La condanna dell’Italia interpella i temi del rapporto degli individui, vulnerabili e non, con lo Stato e dell’affidamento riposto nelle forze dell’ordine e nella magistratura affinché alcuni beni primari e, fra tutti, la vita e l’integrità fisica, siano protetti in modo efficace, adeguato e proporzionato da rischi che possono stimarsi come immediati e ragionevolmente prevedibili. Il fascio di questioni che la pronunzia – resa anche sotto il profilo della discriminazione per ragioni di sesso – solleva, apre nuovi orizzonti su cui l’Autore compie una prima disamina
23 marzo 2017
Due decisioni importanti del Comitato europeo dei diritti sociali in materia di licenziamento
Due decisioni importanti del Comitato europeo dei diritti sociali in materia di licenziamento
di Francesco Buffa
Il Comitato fissa alcune condizioni per i licenziamenti e indica le tutele minime spettanti ai lavoratori illegittimamente licenziati
22 marzo 2017
Il velo delle donne musulmane tra libertà di religione e libertà d'impresa
Il velo delle donne musulmane tra libertà di religione e libertà d'impresa
di Nicola Colaianni
Prime osservazioni alla sentenza della Corte di giustizia sul divieto di indossare il velo sul luogo di lavoro
21 marzo 2017
In ricordo di Emilio Alessandrini e Guido Galli
In ricordo di Emilio Alessandrini e Guido Galli
di Edmondo Bruti Liberati
Milano, 29 gennaio 1979. Prima Linea uccide il giudice Emilio Alessandrini con otto colpi di pistola. Poco più di un anno dopo, il 19 marzo del 1980, dopo una lezione all'Università di Milano, ancora un commando di Prima Linea uccide il giudice Guido Galli. Oggi, a trentasette anni da quell'omicidio, pubblichiamo un ricordo dei due giudici, intervenuti entrambi, sotto profili diversi, nelle indagini sulla strage di Piazza Fontana*
19 marzo 2017

di Claudio Castelli
Aggiunto Ufficio GIP e responsabile Ufficio Innovazione presso il Tribunale di Milano

Il telematico e il sogno di una giustizia civile efficace

di Simonetta Afeltra
Giudice d'appello e Magistrato di Riferimento della Corte di Appello di Firenze – Settore Civile

Il PCT nella recente esperienza della CdA di Firenze

di Carla Broccardo
Avvocato in Trento e membro del Consiglio Nazionale Forense

L'importante ruolo propulsivo e di supporto del CNF

di Maria Giuliana Civinini
Presidente di Sezione del Tribunale di Livorno

Gli aspetti positivi del PCT per giudici e capi degli uffici e le infondate paure e rischi di aziendalismo giudiziario

di Enrico Battisti
Avvocato, Vice Presidente Nazionale AIGA - Associazione Italiana Giovani Avvocati

Opportunità e vantaggi delle nuove tecnologie applicate alla giustizia

di Barbara Fabbrini
Giudice del tribunale di Firenze e referente di AreaToscana

Prima parte del nostro speciale: da magistrati e avvocati un deciso messaggio positivo rispetto all'obbligatorietà del PCT

di Salvatore Laganà
Presidente del Tribunale di Pisa

Introduzione, saluto, temi per il dibattito

di Rosa Capria
Avvocato in Pisa, Presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Pisa

di Barbara Fabbrini
Giudice del tribunale di Firenze e referente di AreaToscana

Introduzione al Convegno: Area e InnovazionePerArea lanciano un dibattito in vista dell'obbligatorietà del PCT

di Gianmarco Marinai
Giudice presso il Tribunale di Livorno e Referente Informatico Distrettuale Corte d'Appello di Firenze

Il distretto toscano tra i più attivi in Italia nell'attuazione del PCT

di Fabrizio Nicoletti
Giudice del Tribunale di Pisa

Il PCT: strumento per bilanciare la contrazione delle risorse umane nel comparto giustizia

di Marco Vitalizi
Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Livorno, Responsabile per i servizi informatici e telematici

Il cammino del foro livornese verso il PCT

di Stefano Caramellino
giudice e magrif Tribunale di Siena

L'inarrestabile realizzazione del processo telematico a Siena