Magistratura e società

Unione camere penali italiane, il “Manifesto del diritto penale liberale e del giusto processo”

Pubblichiamo il documento dell'Ucpi per avviare una discussione nella magistratura, con l’avvocatura e l’accademia sulla fisionomia del diritto penale e sulle prospettive di riforma


13 maggio 2019

Il Manifesto del diritto penale liberale e del giusto processo, elaborato dall’Unione delle camere penali italiane, costituisce una riflessione articolata e stimolante sul potere di punire e sulle matrici costituzionali del diritto penale sostanziale e processuale.

Crediamo sia importante pubblicarlo anche sulla nostra Rivista, da sempre impegnata su questi argomenti, per avviare una discussione nella magistratura e con l’avvocatura e l’accademia sulla fisionomia del diritto penale e sulle prospettive di riforma.

In epoca di populismi avvertiamo tutta l’urgenza di ricostruire una larga unità di giuristi attorno al tema del rapporto tra effettivo funzionamento del sistema penale, diritti fondamentali delle persone, garanzie costituzionali. Si tratta, in fondo, di rimettere al centro del dibattito culturale la questione del valore autentico del garantismo. Come ha scritto Nadia Urbinati, «la legittimità del potere che deriva dal consenso democratico non rende la volontà politica meno pericolosa per la libertà personale, né per ciò stessa più innocua».