home search menu
Giurisprudenza e documenti
Misure di prevenzione, personali e patrimoniali, e compatibilità con la Cedu
di Francesco Menditto
Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Lanciano
Il tema è trattato con particolare riferimento all’ampliamento dei destinatari delle misure e all’introduzione del principio di applicazione disgiunta

1. Premessa: cenni sulle misure di prevenzione - 1.1 Il contrasto patrimoniale alle mafie (e alla criminalità) - 1.2. Le misure di prevenzione (personali e patrimoniali): da contrasto al disagio sociale a prevenzione (e contrasto) della criminalità

2. Misure di prevenzione (efficacia), ordinamento sovranazionale: lineamenti generali - 2.1 L’attenzione “internazionale” per le misure di prevenzione dell’ordinamento italiano (l’efficacia delle misure, l’utilizzo a fini sociali dei beni immobili confiscati) - 2.2 Misure di prevenzione e “diritto” dell’Unione Europea, cenni 

3. Misure di prevenzione e Cedu: lineamenti generali

4. Misure di prevenzione personali e Convenzione europea per i diritti dell’uomo (CEDU) - 4.1 La compatibilità con la Cedu - 4.2 – L’interpretazione convenzionalmente orientata - 4.3 – La “rilevabilità” della violazione delle norme della CEDU

5. Misure di prevenzione patrimoniali e Convenzione europea per i diritti dell’uomo (CEDU) - 5.1 - La compatibilità con la CEDU -

6. Le conseguenze derivanti dalla compatibilità alla Cedu: la retroattività in generale (rinvio per le misure patrimoniali)

7. Il procedimento di prevenzione e la compatibilità con la CEDU (art. 6) - 7.1. Profili generali - 7.2. La forma dell’udienza - 7.3. La partecipazione del proposto all’udienza - 7.4 Il legittimo impedimento del difensore

8. L’estensione delle categorie di pericolosità e gli altri presupposti per l’applicabilità delle misure personali (e dunque di quelle patrimoniali), rapporti con la CEDU - 8.1 I presupposti di applicabilità delle misure personali, in particolare le categorie di pericolosità, cenni - 8.2. I riflessi sulla compatibilità alla Cedu -

9. Le misure patrimoniali (sequestro e confisca di prevenzione) la natura giuridica (retroattività o irretroattività - 9.1 Una questione non solo teorica ma dagli in negabili effetti pratici, le diverse forme di confisca previste dall’ordinamento - 9.2 L’imprescindibile natura preventiva della confisca di prevenzione - 9.3 L’origine della tesi della natura di “tertium genus”, le ragioni del suo superamento - 9.4. La natura preventiva della confisca e il principio di applicazione disgiunta - 9.5. Alcune conseguenze derivanti dalla natura giuridica della confisca di prevenzione (la cd. connessione temporale) - 9.6 Le opposte opinioni in ordine alla natura sanzionatoria della confisca di prevenzione

10. Cedu e diritti dei terzi - 10.1 I terzi intestatari - 10.2 Gli eredi del proposto -

11. L’estensione dell’applicabilità delle misure patrimoniali ai cd. “pericolosi semplici” - 11.1. L’evoluzione della giurisprudenza -11.2 La verifica della compatibilità con la Cedu

12. Revoca ex tunc e Cedu.

28 novembre 2013
Se ti piace questo articolo e trovi interessante la nostra rivista, iscriviti alla newsletter per ricevere gli aggiornamenti sulle nuove pubblicazioni.
CEDU, Caso Avotinis c. Lettonia
CEDU, Caso Avotinis c. Lettonia
di Alice Pisapia
La Grande Camera della Corte Edu respinge il ricorso presentato da un cittadino lettone per violazione dell’art. 6, par. 1 CEDU, nell’ambito di un giudizio di riconoscimento ed esecuzione di una sentenza straniera disciplinato dal diritto dell’Unione europea
19 gennaio 2017
Migranti, Italia condannata dalla CEDU per trattenimenti illegittimi
Migranti, Italia condannata dalla CEDU per trattenimenti illegittimi
di Francesca Cancellaro
Commento a CEDU, Grande Camera, sent. 15 dicembre 2016, Khlaifia e altri c. Italia
11 gennaio 2017
Nuova decisione della Corte di cassazione post Taricco
Nuova decisione della Corte di cassazione post Taricco
di Elena Nadile
Commento a Cass. Pen. sentenza n. 44584/2016
13 dicembre 2016
Quando la tutela dei diritti fondamentali della persona può dirsi effettiva
Emissione di fatture per operazioni inesistenti e sequestro preventivo per equivalente
Emissione di fatture per operazioni inesistenti e sequestro preventivo per equivalente
di Federico Piccichè
Commento a Cass. Pen., Sez. III, Sent. 5 maggio 2016 (dep. 18 ottobre 2016), n. 43952, Pres. Amoresano, Rel. Socci
16 novembre 2016
Le ultime riforme al processo di esecuzione forzata di cui al d.l. 59/2016. Ovvero le banche dettano e il legislatore scrive*
Le ultime riforme al processo di esecuzione forzata di cui al d.l. 59/2016. Ovvero le banche dettano e il legislatore scrive*
di Giuliano Scarselli
La realtà di questa riforma mi sembra evidente: si è voluto avvantaggiare categorie particolari di creditori rispetto ad altri; la stessa rubrica del dl prevede che le norme sono anche “a favore degli investitori in banche in liquidazione”
3 novembre 2016
CEDU, pillole di maggio
CEDU, pillole di maggio
di Pier Francesco Poli* e Alice Pisapia**
I casi affrontati dalla Corte: maltrattamenti da parte della Polizia (Spagna), legislazione in materia di ricongiungimento familiare (Danimarca), diritto all'equo processo (Romania)
25 ottobre 2016
CEDU, pillole di aprile
CEDU, pillole di aprile
di Alice Pisapia* e Pier Francesco Poli**
I casi affrontati dalla Corte: pessime condizioni del centro di permanenza temporanea (Grecia), aggressione a un avvocato da parte di alcuni poliziotti (Romania), violazione del diritto alla libertà (Turchia)
23 settembre 2016
Ordinamento nazionale e CEDU. Impressioni al sole che è sorto[1]
Ordinamento nazionale e CEDU. Impressioni al sole che è sorto[1]
di Marco Bignami
Al di fuori della sterile contrapposizione tra euroentusiasti ed euroscettici, si deve essere pronti, quando è il caso, a far germogliare i semi di discendenza sovranazionale, a condizione che essi siano davvero fecondi, e non nascondano piuttosto fraintendimenti, o conclusioni palesemente inaccettabili nel confronto con i principi costituzionali. L’azione di regolamento di confini non può essere affidata a uno schema aprioristico di consenso o dissenso, ma va invece vissuta nella quotidianità dei casi concreti, senza che ciò autorizzi gli uni a rimproverare sciovinismo, e gli altri a gridare al cedimento dei valori costituzionali
14 luglio 2016
CEDU, pillole di marzo
CEDU, pillole di marzo
di Alice Pisapia* e Pier Francesco Poli**
I casi affrontati dalla Corte: uccisione da parte della polizia di soggetto erroneamente scambiato per terrorista (Inghilterra), sanzioni penali a un giornalista (Svizzera), utilizzo come prova di una registrazione di comunicazioni telefoniche (Regno Unito)
13 luglio 2016
Newsletter


Fascicolo 3/2016
La giustizia tributaria
La riforma della magistratura onoraria
Giurisprudenza e documenti
La motivazione dei provvedimenti di sequestro
La motivazione dei provvedimenti di sequestro
di Luca Semeraro
Dopo la sentenza Capasso delle Sezioni Unite, sintesi e completezza
17 gennaio 2017
Migranti, Italia condannata dalla CEDU per trattenimenti illegittimi
Migranti, Italia condannata dalla CEDU per trattenimenti illegittimi
di Francesca Cancellaro
Commento a CEDU, Grande Camera, sent. 15 dicembre 2016, Khlaifia e altri c. Italia
11 gennaio 2017
Responsabilità del gestore di sito Internet
Responsabilità del gestore di sito Internet
di Francesco Buffa
Nota a margine della sentenza di Cassazione n. 54946
9 gennaio 2017
Ancora il caso Minniti: verso il tramonto di  una stagione punitiva per i ritardi
Le certezze della Corte di cassazione sulla competenza del giudice dell'esecuzione secondo il criterio cronologico
Nuova decisione della Corte di cassazione post Taricco
Nuova decisione della Corte di cassazione post Taricco
di Elena Nadile
Commento a Cass. Pen. sentenza n. 44584/2016
13 dicembre 2016